top of page
  • Immagine del redattoreFopponino Milano

Il Fopponino del 24 marzo 2024


Domenica delle Palme

24 marzo 2024

II Settimana Diurna Laus


24 MARZO: Domenica delle Palme

"ABBIAMO CONOSCIUTO L’AMORE"

L'amore profuma la casa

“La casa che si riempie esageratamente di profumo corrisponde alla gioia di chi sa di avere incontrato Gesù. Del resto l’amore non sa fare calcoli; ama fino allo spreco. E Gesù apprezza, perché lo spreco dice la misura smisurata dell’amore. Chi ama non gioca al risparmio, al contrario, dona la vita.

 

Dal Vangelo di Giovanni (12, 3)

“Maria allora prese trecento grammi di profumo di puro nardo, assai prezioso, ne cosparse i piedi di Gesù, poi li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì dell’aroma di quel profumo”.

 

“Una domanda che mi pongono sempre è: “come si evangelizza in Tunisia?”

La nostra Chiesa in Tunisia è come il lievito del Vangelo.

Noi fermentiamo le relazioni e le amicizie nella farina dei musulmani attraverso le nostre attività nelle scuole, la nostra amicizia, la nostra vicinanza. Siamo presenti, fermentiamo e basta! Ma non siamo noi a cuocere il pane, lasciamo che Dio stesso lo faccia quando vuole e come vuole! La nostra vocazione è essere un semplice lievito nella gestione delle scuole, nelle carceri, in mezzo ai migranti, alle famiglie frantumate, ai nuovi discepoli tunisini. Particolarità del nostro lievito sono la fedeltà e la stabilità, segni della alleanza di Dio.

Nonostante le condizioni sfavorevoli il lievito desidera restare nella farina donandosi, vivendo così la sua vocazione alla fermentazione, come un servo inutile. Quando il Signore cuoce il pane, il lievito scompare per sempre, resta solo il suo profumo.

Come missionari, noi cerchiamo di trasformarci in pane eucaristico perché Cristo ogni giorno ci spezzi e ci doni agli altri. La nostra evangelizzazione è diventare noi stessi pane eucaristico. Quindi, è lasciarci evangelizzare dallo Spirito che aleggia sui cuori dei musulmani. La nostra evangelizzazione è la nostra propria conversione all’immagine di Cristo che si dona, è essere presenti fedelmente come lievito”.

Padre Anand Talluri, missionario del PIME in Tunisia

 

Preghiera

Gesù Signore, dammi la suprema certezza nell’amore e dell’amore: la certezza che appartiene alla vita la morte, alla vittoria la sconfitta, alla potenza la fragilità, alla bellezza la povertà, al profumo lo spreco. Dammi la forza di amare sempre e ad ogni costo. Amen

 

       Domenica, 24 marzo 2024

32esima Giornata di Preghiera e di Digiuno

in memoria dei Missionari Martiri

 

 “I martiri non vanno visti come “eroi” che hanno agito individualmente, come fiori spuntati in un deserto, ma come frutti maturi ed eccellenti della vigna del Signore, che è la Chiesa”.

Papa Francesco, udienza generale del 19 aprile 2023

 

CENNI BIOGRAFICI dei MISSIONARI UCCISI nell’anno 2023

 

In AFRICA uccise 9 persone: 5 preti, 2 religiosi,1 seminarista, 1 novizio

Don Iacques Yaro Zerbo, 67 anni, prete diocesano è stato assassinato da uomini armati non identificati nella località di Soro, nel nord-ovest del Burkina Faso, mentre si stava recando a Gassan per svolgere attività pastorali. Era il 2 gennaio 2023.

Don Isaac Achi, 61 anni, parroco della Chiesa di san Pietro e Paolo a Kaffin Koro, diocesi di Minna, in Niger, ucciso dalle fiamme durante un assalto alla sua parrocchia alle 3 del mattino di domenica 15 gennaio 2023.

Don Charles Onomhoale Igechi, 27 anni, sacerdote dell’Arcidiocesi di Benin City, in Nigeria, il 7 giugno 2023 è stato ucciso a colpi di arma da fuoco mentre adempiva i propri compiti sacerdotale.

Don Pamphili Nada, prete diocesano, è morto il 19 luglio 2023 mentre veniva portato in ospedale dopo aver subito un’aggressione da parte di un uomo affetto da problemi mentali, nella sua parrocchia Nostra Signore Regina degli Apostoli a Karatu, diocesi di Mbulu, nella regione di Arusha, in Tanzania.

Don Leopold Feyen, 82 anni, prete salesiano belga, conosciuto come “Koko Pol” fu ucciso a coltellate mentre si trovava nella sua stanza, nella parrocchia di santa Maria Ausiliatrice a Kinshasa, il 12 dicembre 2023.

Fratel Moses Simukonde Sensi, 35 anni, ucciso da un proiettile vagante nei pressi di un posto di blocco militare nella capitale del Burkina Faso, Ouagadougou. Era la sera del 29 marzo 2023.

Fratel Cyprian Ngeh, 40 anni, religioso e infermiere della Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione, è stato pugnalato a morte la sera del 7 novembre 2023 nel quartiere di Ndamukong, a Bemenda, in Camerun.

Na’aman Danlami, 25 anni, seminarista, bruciato vivo il 7 settembre 2023, durante l’assalto alla parrocchia di san Raphael a Fadan Kamantan, diocesi di Kafanchan, in Nigeria; lì era in collaborazione con il parroco che miracolosamente si è salvato.

Godwin Eze, 31 anni, novizio benedettino, rapito con altri 2 postulanti il 17 ottobre 2023 e ucciso il giorno dopo da un gruppo armato che ha assalito il monastero benedettino di Eruku, nello stato di Kwara, in Nigeria. Il 21 ottobre Anthony Eze e Peter Olarewaj sono stati liberati.

 

In AMERICA uccise 6 persone: 1 vescovo, 3 preti, 2 laiche

Mons. David O’Connell, 69 anni, irlandese, vescovo ausiliare di Los Angeles, viveva a Hacienda Heights, nel sud della California (U.S.A.) è stato ucciso nella sua casa il 18 febbraio 2023 dal marito della governante che lo accudiva, con un colpo da arma da fuoco. Papa Francesco “profondamente rattristato” ha scritto e ha chiesto “di rifiutare le vie della violenza e di vincere il male con il bene”.

Don Juan Angulo Fonseca, 53 anni, parroco di Nuestra Senora de Guadalupe, il 10 febbraio 2023 è stato ucciso a colpi di arma da fuoco nella località di Atotonilco El Alto, in Messico.

Padre Javier Garcia Villafana, 60 anni, prete agostiniano, parroco di s. Ana Maya, il 22 maggio 2023, nella località di Capacho–Michoacan, arcidiocesi di Morelia, in Messico, è stato ucciso per strada mentre in auto, crivellata da colpi di arma da fuoco, si recava a Jeruco per celebrare la Messa

Don Stephen Gutgsell, 65 anni, il 10 dicembre 2023 è morto in seguito ad una aggressione con arma da taglio avvenuta nella canonica della chiesa di Fort Cahloun, piccola comunità del Nebraska (U.S.A.)

Gertrudis Cruz de Jesus e Gliserina Cruz Merino, due giovani catechiste della parrocchia di san Jaun Bautista nella diocesi di Huajuapan de Leon, impegnate per il riconoscimento dei diritti umani del loro popolo, sono state uccise il 15 giugno 2023 nel corso di una imboscata nella zona di Copala mentre si recavano ad una processione eucaristica, nello Stato di Oaxaca, in Messico, teatro di violenti scontri tra gruppi armati.

 

In ASIA uccise 4 persone: 4 laici

Junrey Barbante 24 anni, neolaureato, e Janine Arenas 18 anni, studentessa, due cattolici e volontari della comunità della cappellania universitaria impegnati nella animazione liturgica rimaste vittime di un ordigno fatto esplodere il 3 dicembre 2023 durante la celebrazione eucaristica che si svolgeva in una palestra della Università Statale di Mindanao, nelle Filippine. L’attentato ha provocato 4 morti e 50 feriti.

Samar Kamal Anton e sua madre Nahida Khalil Anton, sabato 16 dicembre 2023, sono state uccise dai cecchini dell’esercito israeliano mentre camminavano verso la parrocchia cattolica di Gaza, dedicata alla Sacra Famiglia. Una è stata uccisa mentre cercava di portare l’altra in salvo. Entrambe appartenevano e partecipavano alle iniziative del Gruppo sant’Anna, gruppo che raccoglie donne, cattoliche e ortodosse, impegnate in un cammino di fede e di apostolato a favore dei poveri e dei disabili.

 

In EUROPA uccisa 1 persona: 1 laico

Diego Valencia, 65 anni, un uomo sposato aveva due figli e due nipoti, da 8 anni sacrestano della parrocchia di Nuestra Senora de La Palma, ad Algeiras, nella provincia di Cadice, in Spagna. E’ stato ucciso da un giovane marocchino armato di machete che, in chiesa, aveva già ferito 3 persone e poi il sacrestano intervenuto per fermarlo, ma colpito all’addome il colpo gli è risultato fatale. “E’ morto per difendere la fede, la Chiesa e i fedeli, all’interno”.

 

SETTIMANA SANTA 2024

DOMENICA delle PALME 24 marzo

S. Messe: ore 8.30 (al Fopponino), 10.00, 11.30, 18.30

LUNEDI' santo 25 marzo

ore 9.00 e ore 18.30, in Chiesa, celebrazione della s. Messa

 MARTEDI' santo 26 marzo

ore 9.00 e ore 18.30, in Chiesa, celebrazione della s. Messa

ore 17, Incontro di preghiera per il Gruppo “Amici”

ore 21.00: Celebrazione comunitaria della Confessione

MERCOLEDÌ santo 27 marzo

ore 9.00 e ore 18.30, in Chiesa, celebrazione della s. Messa

ore 16.00, in cortile del Fopponino e nell’antica Chiesa:

Via Crucis per il Movimento della Terza Età e gli Scout del MASCI

ore 17, Incontro di preghiera per il Gruppo “Cristiani”

GIOVEDÌ santo 28 marzo

ore 9.00: Lodi e Celebrazione della Parola

ore 16.45: “Lavanda dei piedi” per i Gruppi “Figli”- “Discepoli”

ore 19.00: Messa vespertina “nella Cena del Signore”

Al termine, in salone, rito della Cena ebraica e poi cena insieme (20 euro)

VENERDÌ santo 29 marzo

ore 9.00: Ufficio delle Letture

ore  15.00:  Via Crucis e preghiera a Gesù Crocifisso

ore 19.00:  Celebrazione della Passione del Signore

Al termine, adorazione personale della Croce, fino alle ore 21.00

SABATO santo 30 marzo

GIORNATA PENITENZIALE

Disponibilità dei Preti in Chiesa per le Confessioni: ore 9.30 –12; 16 –20

ore 9.00: Lodi e Celebrazione della Parola

ore 21.00: Veglia pasquale “nella Notte Santa”

DOMENICA di PASQUA 31 MARZO

S. Messe: ore 8.30 (al Fopponino), 10.00, 11.30, 18.30

 LUNEDI' di PASQUA  1 aprile

S. Messe ore 10.00, 11.30, 18.30

 

SCARICA IL NUMERO IN PDF

29 Fopponino 24.03.2024
.pdf
Download PDF • 815KB



247 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page